Tu sei qui

Affitto: sottoscritto il nuovo accordo territoriale per il comune di Bolzano


1

55

0

Grande soddisfazione del Centro Casa - Mieterschutz (il sindacato degli inquilini promosso dai tre Sindacati Confederali) e dell’Associazione della Proprietà Edilizia - Confedilizia (APE) per il rinnovo, dopo 15 anni, dell’accordo territoriale. La firma arriva al termine di una contrattazione lunga e non priva di faticosi momenti di confronto. Il nuovo accordo recepisce le modifiche introdotte dal DM del gennaio/marzo 2017.

Le novità maggiormente rilevanti sono legate alla revisione e attualizzazione dell’elenco degli elementi ritenuti determinanti per definire, all’interno di una scala di valori, il pregio degli alloggi e quindi la fascia di prezzo del canone d’affitto. A ciascuno di questi elementi è stato attribuito un valore espresso in punti, allo scopo di agevolare le parti contraenti, nello stabilire l'importo dell'affitto più rispondente alla reale situazione del singolo alloggio.

Un importante ulteriore risultato raggiunto è l’introduzione di una rimodulazione dei canoni massimi applicabili alle abitazioni di minor pregio, prevedendo contestualmente delle percentuali di riduzione del canone in presenza di alcuni elementi del singolo immobile ritenuti degradanti; si è ritenuto di considerare che si tratta di abitazioni che, molto spesso, vengono affittate a persone in situazione di indigenza o di disagio sociale.

Per contro, sono state previste maggiorazioni per gli alloggi che rispondano ai moderni standard di qualità e di efficientamento energetico degli immobili, come, ad esempio, le certificazioni casa clima.

Per ridurre i frequenti contenziosi relativi alle condizioni di consegna e riconsegna dell’alloggio locato, è stato predisposto un modello di verbale relativo alle condizioni dell’alloggio; consigliamo che venga compilato e sottoscritto dalle parti, sia al momento della firma del contratto, sia al momento del rilascio dell’alloggio.

Grande rilevanza riveste inoltre l’introduzione dell’attestazione di rispondenza del singolo contratto, sul piano economico e normativo, agli accordi territoriali. L’attestazione, ritenuta obbligatoria dall’Agenzia delle Entrate al fine di documentare la sussistenza dei requisiti per beneficiare delle agevolazioni fiscali, potrà essere rilasciata, se ne esistono i presupposti, esclusivamente, anche da una soltanto delle organizzazioni firmatarie degli accordi (in provincia di Bolzano il Centro Casa - Mieterschutz e l’Associazione della Proprietà Edilizia-Confedilizia) sulla base delle dichiarazioni rilasciate - con relativa assunzione di responsabilità - da una parte contrattuale.

L’attribuzione di una simile funzione di verifica alle parti sottoscrittrici degli accordi territoriali grava le Associazioni di un rilevante impegno operativo, ma l’attestazione darà certezza alle parti relativamente alla correttezza formale e sostanziale del contratto e, quindi, metterà l’inquilino, così come il proprietario, al sicuro da unilaterali forzature interpretative degli accordi.

Come previsto dalla normativa, il testo dell’accordo entrerà in vigore con il deposito presso il Comune. Il deposito è stato fissato per il giorno 1 gennaio 2019; il nuovo accordo troverà quindi applicazione per i contratti stipulati a decorrere dal giorno 1 gennaio 2019.

I contratti stipulati prima di tale data rimangono assoggettati al precedente accordo (quello del 2003), fino alla loro scadenza naturale, anche se tacitamente rinnovati o prorogati.

A breve verranno sottoscritti anche gli accordi per i restanti comuni della provincia di Bolzano.

Appena la nuova Giunta provinciale si sarà insediata, il Centro Casa - Mieterschutz e l’Associazione della Proprietà Edilizia - Confedilizia (APE) intendono riprendere le relazioni con l’assessore competente, per richiedere la rapida creazione del fondo per la morosità incolpevole; obiettivo in cui entrambe le associazioni credono fortemente e a cui tengono in modo particolare.

Inoltre, le Associazioni confidano molto nel fatto che si voglia incentivare la stipulazione di nuovi contratti di locazione, così rivitalizzando il mercato locativo, con la previsione, per i contratti cosiddetti concordati, di significative riduzioni dell’IMI.

Comunicato stampa 27.11.2018 - Presidenza del Centro Casa - Mieterschutz e Presidenza dell’Associazione della Proprietà Edilizia - Confedilizia (APE)

27.11.2018

Credits foto: 
SGBCISL