Tu sei qui

Appalti di servizi: "Attuare finalmente lo strumento di tutela previsto dalla legge!"


39

397

0

1

La legge provinciale in materia di appalti è in vigore, ma mancano ancora le linee guida indispensabili per tutelare i lavoratori coinvolti da appalti di servizi. La tutela del lavoro nell’ambito degli appalti deve diventare una priorità per la prossima legislatura. La SGBCISL insiste pertanto nei confronti della nuova Giunta provinciale per una rapida approvazione del regolamento di attuazione di una legge rimasta per ora inefficace.

Abbiamo ottenuto che nella legge provinciale fosse introdotto il principio dei controlli di congruità nell’ambito dei servizi ad alta intensità di manodopera. Stiamo parlando a titolo esemplificativo delle pulizie, del giardinaggio, delle mense o del trasporto persone. Controllare la congruità della manodopera impiegata dall’appaltatore significa verificare che quest’ultimo dimostri di aver pagato regolarmente il personale, con il giusto contratto collettivo, sia nazionale che territoriale, e nella quantità prevista dal bando di gara.

Questo importante strumento di tutela dei lavoratori interessati dagli appalti di servizi potrà produrre effetti solo se saranno finalmente approvate le linee guida. La SGBCISL richiede alla nuova Giunta di attivarsi finalmente in tale direzione.

Essere sottopagati per il personale non significa solo percepire una retribuzione inferiore, ma anche meno contributi per la futura pensione e quindi il rischio di una vecchiaia in povertà. La Provincia invece rischia non solo minori entrate ma anche costi sociali maggiori.

Comunicato stampa SGBCISL del 25.01.2019

29.01.2019

 

Credits foto: 
Foto simbolica. Pexels.com
Italiano