Tu sei qui

Assegno Unico, ecco alcune info


13

469

0

1

Assegno unico - Che cos’è:

Lo scorso 18/11 è stato approvato il D.lgs che prevede, a partire da marzo 2022, l’entrata in vigore del nuovo assegno unico e universale, che sarà destinato a tutte le famiglie con figli e sarà erogato da INPS.

L’assegno è un beneficio economico riconosciuto ai nuclei familiari in cui sono presenti figli a carico entro determinati limiti di età, sulla base della situazione economica del nucleo familiare fotografata dall’Isee in corso di validità.

 

Assegno unico: i beneficiari

L’assegno è riconosciuto mensilmente, per il periodo compreso tra marzo di ciascun anno e febbraio dell’anno successivo per ogni figlio:

  • minorenne a carico, già a partire dal 7° mese di gravidanza;
  • maggiorenne a carico, fino al compimento del 21° anno di età, nel caso frequenti un corso di formazione, anche universitario o sia disoccupato o svolga un periodo di tirocinio o svolga il servizio civile universale;
  • con disabilità a carico, senza limiti di età.

 

L’importo dell’assegno unico:

  • per i figli minorenni è di 175 € mensili che spetta, in misura piena, con un Isee del nucleo familiare fino a 15.000 €. All’aumentare dell’Isee si riduce progressivamente fino a 50 € mensili;
  • per i figli maggiorenni fino al compimento dei 21 anni di età, l’importo è di 85 euro mensili, con un Isee del nucleo familiare fino a 15.000 €, e si riduce gradualmente con un Isee superiore, fino a 25 € al mese.

 

Assegno unico e ISEE: come fare domanda

Per ottenere l’assegno unico potrai presentare la domanda a partire dal 1° gennaio 2022 e la richiesta sarà valida per il periodo compreso tra il mese di marzo 2022 e febbraio 2023. L’assegno sarà riconosciuto dal mese successivo a quello di presentazione della domanda.

Per poter rientrare nel beneficio sarà necessario presentare il nuovo modello ISEE 2022, per il quale è già possibile prendere appuntamento in tutte le sedi CAF del territorio. L’ISEE 2022 ha validità di 12 mesi e può essere presentato a partire da gennaio 2022.

Per l’ISEE 2022 la normativa prevede che vengano presi in esame i redditi prodotti nell’anno 2020, indicati nel modello 730/2021 e/o Redditi 2021 oppure sulla CU2021, e i possedimenti mobiliari e immobiliari alla data del 31.12.2020. Cliccando su questo link si trovano i documenti necessari per l’ISEE 2022.

L’assegno unico e universale sarà legato a doppio filo con il modello ISEE 2022 non solo per l’entità finale del sussidio percepito, ma soprattutto per la composizione del nucleo familiare in cui sono presenti i figli a carico, sia minorenni che maggiorenni.

Chi ha il reddito di cittadinanza non dovrà fare domanda, perché l’assegno unico a cui si ha diritto in questo caso viene pagato automaticamente dall’Inps.            

07.12.2021

 

 

Credits foto: 
foto simbolica © GaToR-GFX - Fotolia
Italiano

Cerca

Form di ricerca


Ultime notizie