Tu sei qui

Pulizie-multiservizi: rinnovato il contratto. Ecco le novità


2

573

0

Scheda informativa: rinnovo CCNL pulizie-multiservizi

Clicca qui per vedere la scheda/la tabella retributiva

 

Dopo otto anni è stato finalmente raggiunto l‘accordo sul rinnovo del contratto collettivo nazionale imprese di pulizia, servizi integrati -multiservizi. Nonostante una lunga e difficile trattativa i sindacati, anche grazie alla massiccia mobilitazione delle lavoratrici e dei lavoratori, sono riusciti a mantenere le tutele del precedente contratto e introdurre aumenti salariali e alcune innovazioni.

Le principali novità:

 

Cambio appalto

Viene rafforzato l’obbligo di informazione alle organizzazioni sindacali in caso di cambio di appalto e specificato che la comunicazione dei dati tra azienda cessante e azienda subentrante deve avere luogo almeno 15 giorni prima che il nuovo contratto abbia esecuzione.

 

Congedi per le donne vittime di violenza di genere

In conformità con la legge, alle lavoratrici inserite nei percorsi di protezione sulla violenza di genere è riconosciuto il diritto a un congedo retribuito al 100% fino a 90 giorni, prorogabile di altri 90 giorni con un’indennità al 70%.

 

Contrasto alle violenze e molestie sessuali nei luoghi di lavoro

Viene stabilito il dovere di istituire dei programmi formativi e informativi per contrastare la violenza e le molestie sessuali nei luoghi di lavoro con l’impegno di individuare con le parti sociali un codice di condotta entro un mese dalla sottoscrizione del CCNL.

 

Banca ore

Viene stabilita la possibilità di sottoscrivere specifici accordi aziendali con rappresentanze e organizzazioni sindacali sull’utilizzo della banca ore (lo strumento con il quale si possono accantonare le ore di lavoro in eccedenza per usufruirne come riposi compensativi).

 

Recesso dalle clausole elastiche per il personale part-time

Vengono ampliati i casi in cui è possibile recedere dalle clausole elastiche con le quali il datore di lavoro può variare l’orario lavorativo del personale part-time.

 

Licenziamento per assenza ingiustificata dal posto di lavoro

Nella lista dei casi di licenziamento senza preavviso viene aggiunta l’assenza ingiustificata per 10 giorni continuativi dal posto di lavoro con irreperibiltà. In tale ipotesi il datore di lavoro tratterrà dalla busta paga lo somma relativa all’indennità sostitutiva di preavviso.

 

Contratti a tempo determinato, a somministrazione e stagionali

Viene stabilito che le imprese non possono assumere una percentuale di dipendenti a tempo determinato superiore al 25% dei dipendenti a tempo indeterminato. Questo limite non si applica ai cosiddetti lavori stagionali esplicitamente individuati dal CCNL come attività di derattizzazione e disinfestazione. Per i contratti di somministrazione viene sancito un limite massimo di 15% rispetto al totale dei contratti a tempo indeterminato. Se considerati insieme, contratti a tempo determinato e somministrazione, questo limite non può superare il 35%. Ai dipendenti con contratto a tempo determinato superiore a 12 mesi è riconosciuto, su richiesta scritta, il diritto di precedenza nelle assunzioni a tempo indeterminato.

 

Aumenti retributivi

E’ previsto un aumento della retribuzione base di 120 euro per il livello 2 e in proporzione per gli altri livelli. L’aumento è distribuito nel corso dei 4 anni di validità del contratto a cominciare dal 1° luglio 2021 con 40 euro e poi a seguire fino al 2024, con una ultima tranche a luglio 2025. Le nuove tabelle retributive sono allegate a questa scheda. Inoltre è previsto un meccanismo di adeguamento salariale in base all’indice dei prezzi al consumo alla scadenza del contratto, in attesa che venga rinnovato.

 

Validità

Dal 1° luglio 2021 al 31 dicembre 2024.

 

Contatti

  • Merano: 0473/230242,
  • Bolzano: 0471/568432,
  • Bressanone: 0472/836151,
  • Brunico: 0474/375200
  • fisascat@sgbcisl.it

 

19.07.2021

 

Credits foto: 
Pexels

Cerca

Form di ricerca


Ultime notizie