Tu sei qui

Musei provinciali, migliori tutele per 137 persone


248

1953

0

Il 29.12.2017 le Federazioni Fisascat e Pubblico Impiego della SGBCISL hanno firmato insieme alle altre sigle sindacali un accordo aziendale con la direzione dei musei provinciali. Lo scopo primario di questo accordo è la stabilizzazione delle 137 persone che finora lavoravano con un contratto CoCoCo (Contratto Coordinato e Continuativo) aumentando le tutele per queste persone.

16 musei su tutto il territorio sono riuniti nell’Azienda Musei Provinciali e solo 3 sono aperti tutto l’anno. Era nell’interesse di tutte le parti di dare maggiori tutele a coloro che da anni lavorano con contratti precari con poche tutele (contributi pensionistici bassi, niente ferie, nessuna tutela in caso di maternità, infortunio e malattia). Queste persone saranno assunte a partire dal 1.1.2018 con contratto a tempo determinato. La retribuzione è quella dei dipendenti provinciali con un elemento aggiuntivo dell’ 8% per il lavoro stagionale a termine. Inoltre viene riconosciuta tutta l’anzianità di servizio finora prestato anche in forma di CoCoCo. Come base per la parte normativa abbiamo scelto il CCNL del Turismo migliorando alcune norme come p.es. l’orario di lavoro (38 ore), la maggiorazione per il lavoro domenicale e un’indennità per lo svolgimento di ore di guida museale. Una banca ore permetterà più flessibilità anche ai dipendenti.

L’accordo riguarda le guide museali, personale di sorveglianza, delle casse e per le pulizie, collaboratori e collaboratrici scientifici, archivisti e archiviste. 

Fisascat SGBCISL

02.01.2018

Credits foto: 
foto simbolica. Foto: LPA/USP

Cerca

Form di ricerca


Ultime notizie