Tu sei qui

Lavorare per una maggiore equità! Presentati i temi per il 2017


369

4818

0

1

Conferenza stampa di inizio anno: Lavorare per una maggiore equità! Presentati i temi e gli obiettivi della SGBCISL per il 2017. Nel 2016 sfiorati i 50.000 iscritti, +34% in dieci anni.

I dati riguardanti l’occupazione a livello provinciale sono buoni, ma avere un lavoro, oggi, spesso non basta più. Moltissimi cittadini hanno difficoltà di farcela. Pertanto la SGBCISL nel 2017 s’impegnerà a tutto campo affinché si realizzi una maggiore equità e si riducano le disuguaglianze.

Lo farà impegnandosi su vari fronti: sostegno alla famiglia, estensione e rafforzamento del welfare territoriale, affitti e prima casa più accessibili, riformulazione dello strumento EEVE-DURP per una redistribuzione delle risorse più equa.

Sono queste le principali sfide della SGBCISL per il nuovo anno, presentate oggi dalla Segreteria provinciale nel corso della tradizionale conferenza stampa d’inizio anno.

“Un tema prioritario per la SGBCISL sono le politiche per la famiglia. Vogliamo essere parte attiva e dire la nostra non solo per quanto riguarda la revisione dell’assegno regionale al nucleo familiare, ma anche l’assistenza all’infanzia a livello comunale”, così Dieter Mayr, Segretario Generale SGBCISL. “Dovremo trovare soluzioni che mettano anche ai lavoratori con redditi nella norma nelle condizioni di poter acquistare la prima casa. Sarà possibile farlo attraverso la riduzione dei costi dei terreni e conseguentemente dei prezzi d’acquisto.

Un altro cavallo di battaglia della SGBCISL è quello delle prestazioni integrative territoriali come quelle in ambito sanitario. “Ora che il nuovo contratto collettivo dell’intercomparto del settore pubblico prevede l’istituzione del fondo sanitario, il 2017 dovrà essere l’anno buono per ottenere risultati importanti, così il Segretario generale Michele Buonerba, che ha rimarcato l’impegno della SGBCISL per estendere e rafforzare il welfare integrativo territoriale. Parliamo dei premi di produttività erogati sotto forma di prestazioni di welfare, che per i lavoratori significa salario indiretto.

Renzo Rampazzo ha ripercorso alcuni temi salienti del 2016, come il rinnovo degli accordi provinciali per l’apprendistato, o l’inserimento dei controlli di congruità, una clausola sociale a tutela dei lavoratori, nel disegno di legge in materia di appalti.

Nel corso della conferenza stampa sono stati presentanti anche i dati organizzativi relativi alla chiusura del 2016, insieme a alcuni risultati sui servizi offerti e sul tesseramento. La SGBCISL, dati alla mano, conferma il suo trend positivo di crescita anche nel 2016, arrivando a quota 49.397 iscritti. Un incremento pari al 2,6% rispetto al 2015. Soddisfazione espressa da Anton von Hartungen: “Siamo un sindacato in crescita, abbiamo sfiorato quota 50.000, e siamo un Sindacato giovane. Il 18% degli iscritti ha meno di 35 anni.”

Un appuntamento importante per l’organizzazione sarà il Congresso provinciale, che si svolgerà il 4 e 5 maggio. Saranno rinnovati gli organi e definiti gli obiettivi e le strategie per i prossimi quattro anni.

Per approfondire: Slides temi 2017, dati organizzativi 2016

Credits foto: 
SGBCISL
Italiano

Cerca

Form di ricerca


Ultime notizie