Tu sei qui

Siglato l’accordo che migliora il Fondo bilaterale di Solidarietà


3

290

0

1

Il Fondo bilaterale di Solidarietà della Provincia Autonoma di Bolzano offre prestazioni a lavoratrici e lavoratori occupati in aziende che non rientrano nell’ambito di applicazione della cassa integrazione straordinaria o ordinaria e che si trovino nella situazione di riduzione o sospensione dell’attività lavorativa o perdita del posto di lavoro.

Le parti sociali, attraverso un accordo siglato ieri (29.07.2021) a Bolzano, hanno migliorato le prestazioni del Fondo.

Le novità sono:

  • l’innalzamento dell’importo massimo per l’assegno ordinario,
  • l’introduzione della staffetta generazionale.

 

In sintesi le i contenuti e le novità dell’accordo:

 

Innalzamento dell’importo massimo

L’importo massimo dell’assegno è stato elevato da circa 1.000 a 1.200 euro.

Staffetta generazionale

Per sostenere il ricambio generazionale è stata introdotta la possibilità di riduzione dell’orario del lavoro almeno 36 mesi prima del raggiungimento del diritto alla pensione. La riduzione deve essere almeno del 50%. La retribuzione è riparametrata alle ore di lavoro effettivamente prestate, i contributi previdenziali spettano integralmente. Contestualmente, l’impresa deve assumere lavoratori di età non superiore ai 35 anni.

Formazione e riqualificazione professionale

Le parti si sono infine riservate di riesaminare l’eventuale cofinanziamento di programmi formativi e percorsi di riqualificazione professionale attraverso accordi separati.

Estensione alle piccole imprese

Nell’accordo è stata ripresa l’adesione al Fondo anche delle imprese con meno di 6 dipendenti, decisa e formalizzata dalle parti già ad inizio anno. Ciò significa che anche i dipendenti di piccole imprese possono beneficiare delle prestazioni e percepire ad esempio un assegno erogato dal Fondo. Tra i casi, nei quali sarà possibile accedere alle prestazioni del Fondo, rientrano ad esempio anche sospensioni legate ad eventi straordinari come la tempesta Vaia o il black-out in Pusteria nell’autunno 2019.

Valutazione

La SGBCISL ritiene l’accordo raggiunto sul Fondo di Solidarietà un risultato importante in quanto

  • migliora le tutele dei lavoratori in caso di crisi
  • e rappresenta una implementazione delle competenze autonome della Provincia in materia delle politiche attive e passive del lavoro.

 

30.07.2021

 

Credits foto: 
Pixabay
Italiano

Cerca

Form di ricerca


Ultime notizie